2020 - Corso di mobbing

Corso multimediale di mobbing

Home
Link
Informazioni
F.A.Q.
Contatti
Corso di Mobbing
Home
Introduzione
Nuovo Cinema Paradiso

 

In preparazione
Divina Commedia
Orwell 1984
Anni Ruggenti
2001 Odissea nello spazio
La banda degli onesti
Effetto notte
Giudizio universale
Dick Tracy
Sei personaggi in cerca d'autore

 

 Corso di mobbing?

Già, corso di mobbing. Ma non mi fraintendete: non ho intenzione di generare nuovi mostri, formando giovani aspiranti manager nella sottile arte del mobbing. Ce ne sono già troppi.
Questo corso è rivolto piuttosto a chi ritiene di fare dignitosamente parte del milione e mezzo di vittime di questo impressionante fenomeno (fonte: La Repubblica, 8 febbraio 2000).
Grazie a questo corso si potrà riconoscere in anticipo ogni tentativo di mobbing, per poter tentare alcune iniziative di autodifesa.

Il fenomeno del mobbing è estremamente drammatico, ma noi lo affronteremo con il sorriso sulle labbra, seguendo le disavventure di un personaggio immaginario, Pancrazio, bersagliato da immaginari colleghi e da un ancor più immaginario boss, Moreno, in una poco realistica piccola località della provincia reggiana.

Il nostro Pancrazio, appassionato di cinema e di letteratura, ci guiderà con il suggerimento di famosi titoli nella conoscenza di questo squallido fenomeno di difficile comprensione per tutti quelli che amano il proprio lavoro.

Come ogni corso che si rispetti, naturalmente, di tanto in tanto saranno previsti esami, sotto forma di quiz e giochi.
Al termine del corso sarà rilasciato un attestato che certificherà le competenze acquisite.

 Ma cosa è il mobbing?

Il mobbing, o mobbismo, è quella triste usanza tanto di moda nel periodo a cavallo tra il XX e il XXI secolo, praticata sul luogo di lavoro da alcuni dipendenti nei confronti dei propri colleghi. Il termine deriva dall'inglese "To mob" (assalire con violenza) e fu utilizzato da Konrad Lorenz, fondatore dell'etologia (scienza che si occupa dello studio comparato del comportamento degli animali e dell'uomo), per indicare il comportamento aggressivo di alcune specie di uccelli nei confronti dei loro simili.
Noi non ci occuperemo di uccelli.
Per l'uomo le cose funzionano così: individuata la vittima (generalmente un collega di cui si invidiano le competenze tecniche e le capacità lavorative), questa comincia ad essere bersagliata da parte di uno o più colleghi in varie modalità (maldicenze, incarichi non attinenti alla qualifica, mancanza di formazione, allontanamento dal vostro posto di lavoro e ostacoli vari: un elenco dettagliato, e molto ben fatto, lo potrete trovare sul sito dell'Osservatorio nazionale UIL sul mobbing).
Il "gioco" finisce quando si rompe, cioè quando il collega è costretto a dimettersi, spesso con problemi di salute di natura psico-somatica (gastriti, ulcere gastriche da stress, ansia, tachicardia, cefalea, disturbi intestinali..). Purtroppo, anche per queste patologie esiste un interessante elenco sul sito dica33.

 Il bossing

A differenza del mobbing, il bossing è incoraggiato, se non praticato, dal datore di lavoro stesso. Qui si prospettano due possibilità:

  • Il datore di lavoro avvia le ostilità, e quindi il mobbato di turno scopre improvvisamente che il collega che tutte le mattine lo saluta sorridendo, fosse anche il vicino di casa, è il più grande leccaculo che abbia mai conosciuto.
  • Il datore di lavoro si affianca ai colleghi in una azione di mobbing avviata da questi, e quindi dopo aver cercato in tutti i modi di chiarire la vostra situazione (ricordate che un requisito del mobbing è fare squadra intorno al mobbato anche nel suo tentativo di comunicare con la direzione) scoprirete quanto il vostro boss ami farselo dare in quel posto da un branco di imbecilli, e vi chiedete giustamente se la vittima siete voi oppure quel "povero disgraziato " del boss.

Quale che sia la situazione, per il povero mobbato non c'è scampo: deve andarsene, e questo prima che sia troppo tardi. Prima cioè che il suo stato di salute sia irrimediabilmente compromesso. È importante che la vittima cerchi un'occupazione differente al più presto, perchè nel caso di bossing sarà perseguitata anche in seguito (es: richiesta di informazioni da parte di altre aziende qualora al mobbato vengano richiesti un curriculum o delle referenze).

Rimane da ancora dire una cosa, sul mobbing e sul bossing. Spesso queste attività recano gravi danni all'azienda stessa (è stato calcolato che, in una azienda con mille dipendenti, il costo della violenza psicologica si aggirerebbe su qualche centinaio di miglaia di euro), perchè quasi sempre il mobbing è causato dall'invidia dei meno capaci nei confronti dei più capaci, e quasi sempre la storia finisce (per l'azienda, perchè la vittima porterà sempre con se i segni del mobbing) con la perdita di questi ultimi.

Please visit our
sponsor

 

 

Valid HTML 4.01!      Valid CSS!

 

Copyright 2003-2020 Prosdocimus de' Rubertis. All Rights Reserved
Please contact our webmaster with questions or comments.
Websites: http://2020.grillini.com
http://2020.grillini.com